Cerca

“L’affresco sulla Resistenza all’Istituto Alberghiero non è stato oscurato”

“L’affresco sulla Resistenza all’Istituto Alberghiero non è stato oscurato”

La dirigente dell’Istituto Alberghiero di piazza Sciocchetti, Manuela Germani, ha scritto una lettera aperta ad Elio Anastasi, figlio dell’autore del dipinto sulla Resistenza

di Manuela Germani – dirigente Istituto Alberghiero F. Buscemi

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “Con la presente intendo ringraziarla sentitamente per  la sua lettera del 21 maggio, le sue rimostranze mi hanno dato modo di riflettere ulteriormente sullo stato di incomprensione e poca valorizzazione in cui  versano le scuole, nella fattispecie l’Istituto Alberghiero che mi pregio di dirigere e, contemporaneamente, mi dà il modo di scusarmi per l’accaduto.

Due gli elementi fondanti della mia risposta.

Il primo si sofferma sul termine “oscurato” usato impropriamente dai media nei riguardi della mia scuola. Nessuno ha avuto o ha volontà di oscurare l’affresco del suo genitore, né tantomeno si nutre scarsa considerazione  per l’arte, la cultura  e per la resistenza.  

Terminati da poco i lavori di sistemazione di un’aula per accogliere gli studenti , con conseguente trasferimento di una stanza dell’ufficio di segreteria, sono stati spostati temporaneamente, in via del tutto provvisoria in quanto non abbiamo altro  spazio disponibile, i due scaffali che si trovavano all’interno della stanza  per far posto a banchi e a sedie per gli alunni. La Provincia è intervenuta per lo spostamento degli arredi in questione in modo da  restituire la giusta valorizzazione all’opera e a quello che rappresenta. Naturalmente questo è il secondo  elemento della risposta.

Non sempre gli organi di stampa sono gli strumenti più adatti per comprendere  e portare la soluzione a problemi e a contingenze che possono e devono essere risolte,

a mio parere, con uno guardo attento al futuro di  tutti e ragazzi che a scuola vivono  il loro tempo  e l’impegno”.

Commenti