Cerca

Marucci e la movida: “Il sindaco, i residenti e la cronaca plagiata dell’assemblea”

Le riflessioni di Giuseppe Marucci dell’Ugl sull’assemblea sulla movida molesta di giovedì 18 maggio nel quartiere Marina Centro
Marucci e la movida: “Il sindaco, i residenti e la cronaca plagiata dell’assemblea”

di Pino Marucci – residente nel quartiere Marina Centro

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “L’incontro al Don Bosco di giovedì 18 maggio, tra il Sindaco Piunti ed i residenti del quartiere Marina Centro sulla fracassona movida, ci ha offerto uno spaccato plastico. Si è manifestata una distanza significativa tra un’Amministrazione ancora in fase di burocratici adempimenti e rispolvero di annunci ed una platea particolarmente numerosa ed arrabbiata, di cittadini ormai stanchi di ascoltare ripetute litanie e reiterati propositi, anche perché delusa ed amareggiata per le promesse della nuova Amministrazione e quanto riscontrato nei fatti.

I cittadini residenti ci tengono alla loro vita esistenziale. Quando la normale esistenza viene devastata ed in maniera strutturale dai “fracassoni” pur essendo a modo e pazienti sanno parlare al Sindaco il linguaggio schietto e crudo. Perché è in capo a Lui la difesa della “salute” e la tutela dei diritti e delle libertà individuali dei suoi cittadini. Non possiamo a casa nostra essere prigionieri ed ostaggi dei “fracassoni”.

Dalla lettura sui giornali della cronaca di quell’incontro non sono emerse l’essenza e l’anima dei cittadini residenti, la frattura con il Sindaco e la straordinaria richiesta di radicalità. Un no ai palliativi, un no a ripercorrere la strada degli annunci di facciata, ma un sì forte ad interventi radicali e diretti che limitino i tempi di apertura notturna degli esercizi pubblici, sospendendone l’attività ai trasgressori.

La cronaca letta è stata l’amplificazione degli ennesimi, spesso fatui annunci, non partendo dal fallimento di quanto fino ad oggi fatto. La verità di quell’incontro non è stata colta o non si è voluta cogliere: è emerso il profumo di una stucchevole cortigianeria”.

(Foto di Progetto Comune)

 

Commenti