Cerca

Stagione turistica al via, ma slitta riapertura chalet e hotel

Stagione turistica al via, ma slitta riapertura chalet e hotel
image_pdfimage_print

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il sindaco Pasqualino Piunti ha firmato oggi l’ordinanza per l’apertura della stagione turistica e delle attività stagionali ad essa connesse a partire dal 1° aprile. Ma l’apertura della maggior parte  degli hotel stagionali e degli chalet slitterà a dopo Pasqua, che quest’anno cade il 16 aprile.

Gaetano De Panicis, presidente dell’Associazione Albergatori, sostiene che quasi tutti terremotati andranno via a primavera, eccezione fatta per le famiglie dei bambini che terminano la scuola a giugno.

“La speranza è che il terremoto non influenzi la stagione – sostiene – e che ci sia lavoro per tutti. Per questo motivo gli hotel apriranno un po’ alla volta, in modo da non darsi fastidio a vicenda. Pochissime strutture apriranno a Pasqua, il grosso a fine maggio.”

De Panicis annuncia anche che nella settimana di Pasqua San Benedetto ospiterà circa un migliaio di persone per la Victory Cup, torneo nazionale di calcio che si disputa sui campi di calcio del comprensorio, giunto ormai alla sua quinta edizione. Il torneo si terrà dal 14 al 17 aprile, con finale il giorno di Pasquetta allo stadio Riviera delle Palme.

Anche Giuseppe Ricci, presidente italiano dell’ITB, conferma la tendenza degli stabilimenti balneari ad aprire per lo più per i ponti di  fine aprile o inizio maggio: “Per Pasqua apriranno solo gli stabilimenti che offrono un buon servizio di ristorazione indipendentemente dal servizio spiaggia, quanto agli altri dovremmo aspettare almeno il 25 aprile e per gli ombrelloni probabilmente maggio”.

“Sono fiducioso – commenta Ricci – perché, anche se il terremoto non è stato un bel colpo da incassare, il nostro è un turismo fidelizzato, fatto di gente che torna ogni anno da tempo ormai. E poi penso che non ci sia pubblicità migliore che ospitare i terremotati e udirli dire che si sentono sicuri qui. San Benedetto è tranquilla e loro ne sono la testimonianza”.

Commenti