Post sisma, De Panicis: “I turisti prenotano le camere per l’estate”

Abbiamo sentito Gaetano De Panicis, presidente degli Albergatori, al termine della riunione sulla gestione del post terremoto che si è tenuta in Comune con i sindaci di San Benedetto, Piunti, e di Accumoli,  Petrucci. Quest’ultimo ha annunciato che gli abitanti di Accumoli, ospiti negli hotel della Riviera, faranno ritorno a casa

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il presidente dell’Associazione Albergatori Riviera delle Palme, Gaetano De Panicis, è convinto che l’unica arma per contrastare un eventuale calo di prenotazioni sia quella della promozione.

“Quando c’è una grossa calamità – sostiene – non si può nascondere l’informazione e non esiste nulla che possa tranquillizzare. È anche difficile scegliere i tempi giusti per la promozione perché magari spendiamo molto a livello economico e poi una nuova scossa, mai prevedibile, vanifica tutto. Noi, come Associazione Albergatori, con il grande aiuto che l’Amministrazione comunale ci sta fornendo, abbiamo raddoppiato la promozione, specialmente cercando di dare messaggi positivi. Per ora le prenotazioni ci sono e non sono in calo, questo va detto”.

Gli operatori turistici stanno intanto aspettando di conoscere quando e in che percentuale le strutture verranno liberate dai terremotati. Proprio questo il motivo dell’incontro nel tardo pomeriggio di oggi (mercoledì 15 febbraio) tra De Panicis, il sindaco Piunti, il sindaco di Accumoli Stefano Petrucci. I sindaci degli altri Comuni colpiti dal sisma e ospiti nelle strutture alberghiere cittadine non erano fisicamente presenti ma sono stati sentiti telefonicamente durante l’incontro.

“Alla fine della prossima settimana – spiega De Panicis – tutti i Comuni forniranno un piano di rientro, in base agli alloggi mobili che la Regione metterà a disposizione. Questo è il periodo in cui arrivano le prenotazioni per l’estate e dobbiamo sapere quanti sono i contratti di permanenza che dobbiamo allungare per le famiglie ospiti e quanti invece i posti disponibili per i turisti. Il sindaco Petrucci ci ha già fornito i dati per gli abitanti di Accumoli i quali rientreranno quasi tutti, fatta eccezione per le famiglie con figli che hanno iniziato l’anno scolastico nelle scuole cittadine e che quindi devono terminarlo qui”.




I sindaci del sisma incontrano Piunti a San Benedetto

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – E’ ancora emergenza terremoto. Quale sarà il destino degli ospiti degli alberghi della Riviera? Se ne parlerà mercoledì 15 febbraio alle ore 17 nel Municipio di San Benedetto del Tronto. Il primo cittadino Pasqualino Piunti ha convocato i sindaci di Arquata, Accumoli, Amatrice, Acquasanta, poiché gli abitanti di queste città sono alloggiati negli alberghi della costa.

Sarà una riunione per fare il punto sulla situazione e dettare le linee future. Parteciperanno anche il presidente dell’associazione Albergatori Riviera delle Palme Gaetano De Panicis, il comandante della Polizia locale Giuseppe  Coccia e il responsabile della Protezione civile Vinicio Cipolloni.

 




In Riviera chiuso il molo sud, nel Piceno strade ghiacciate

Nevica insistentemente dall’alba in tutta la provincia di Ascoli Piceno, dove si registrano anche forti mareggiate, tanto che a San Benedetto del Tronto è  stato precauzionalmente chiuso il molo sud. Ascoli Piceno è imbiancata, e sulle strade si transita lentamente a
causa del ghiaccio.

Isolate chiusure al traffico e alcuni  rallentamenti si registrano in queste ore per le nevicate in corso  lungo la rete delle strade statali e autostrade in gestione Anas nel  Centro-Sud Italia. Mezzi spargisale e sgombraneve dell’Anas proseguono nella loro attività per garantire la transitabilità, come previsto dal piano neve concordato con le Prefetture, le Forze dell’ordine e gli Enti locali.

Le precipitazioni attese a carattere nevoso oggi riguardano le zone
interne di Abruzzo, Marche e Sicilia settentrionale. Al momento
allerta meteo è segnalata anche nel Lazio lungo la strada statale 4
”Salaria”, tra le località di Antrodoco e Accumoli, e lungo la
strada statale 17 ”dell”Appennino Abruzzese” tra Antrodoco e Rocca di Corno, in provincia di Rieti.

In Abruzzo, a causa delle abbondanti precipitazioni nevose in corso,
sono chiuse al traffico in provincia dell’Aquila la strada statale 17
dell”’Appennino Abruzzese”, dal km 107 al km 149, e la strada
statale 5 ”Tiburtina Valeria”, dal km 135 al km 155,7. Il traffico è
rallentato per nevischio sulla strada statale 714 ”Tangenziale di
Pescara” dal km 0 al km 5,6.




Tuffo di Capodanno dei “Vikinghi” con i terremotati

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – A Capodanno tornano i “Vikinghi”. Alle ore 12 del 1° gennaio 2017 il gruppo del Viking Club si tufferà tra le acque del mare Adriatico, all’altezza della concessione n. 11, chalet Stella Marina.

Il nucleo storico è stato fondato nel 1999 da Massimo Cicchetti, Franco Buoni, Alessandro Di Tullio, Francesco Roganti, Massimo Sciarra a cui si sono aggiunti negli anni seguenti Gabriele Alessandri, Simonetta Catalini e altri.

Per il Capodanno 2017 sono attesi 40-50 prodi nuotatori per immergersi nelle acque non troppo gelide, considerato il clima mite, del mare. I “Vikinghi” invitano a partecipare i terremotati di Accumoli, Arquata, Amatrice ospiti della città delle palme. Sono stati contattati gli amministratori di San Benedetto e il sindaco di Arquata Aleandro Petrucci.

Non è importante fare il tuffo, ma partecipare a un momento caratteristico della Riviera e scambiarsi gli auguri di buon 2017 con panettone e spumante, presso lo chalet Stella Marina.

 

 




SISMA De Lillo ringrazia San Benedetto alla serata di solidarietà del circo Orfei

Una serata al Golden Circus di Liliana Orfei, a Roma, per i terremotati di Accumoli. Nel maxitendone aleggiava la presenza del Comune di San Benedetto del Tronto, che ospita gli sfollati di Accumoli.

“Ho fatto da tramite – racconta Pasqualino Piunti, sindaco di San Benedetto del Tronto –  tra il consigliere regionale del Lazio Fabio De Lillo e il sindaco di Accumoli Stefano Petrucci, affinché si accordassero per la serata  che si è svolta martedì 27 dicembre a Roma”.

“Prosegue l’impegno a sostegno delle popolazioni colpite dal sisma del 24 agosto”, dichiara Fabio De Lillo (Cuoritaliani) che, insieme al senatore Stefano De Lillo, ha organizzato l’evento a cui hanno partecipato il sindaco di Accumoli, Stefano Petrucci, il sindaco di Posta, Serenella Clarice, associazioni della Protezione civile e delle guardie ambientali.

“Ringraziamo – ancora De Lillo – quanti hanno donato un contributo, il Golden Circus e naturalmente il sindaco Petrucci e il sindaco Clarice, per la loro presenza, i volontari della Protezione civile e le Guardie ambientali, per l’impegno quotidiano nei luoghi del sisma, e la rappresentanza del Comune di San Benedetto del Tronto, dove sono state accolte le famiglie sfollate”.

 

 

 




SISMA L’amministrazione ringrazia i volontari di Save the Children

SAN BENEDETTO DEL TRONTO  – Il sindaco Pasqualino Piunti e l’assessore ai Servizi Sociali Manuela Carboni hanno ricevuto lo “staff emergenza” di Save the Children per ringraziarlo del prezioso lavoro svolto da settembre nello “Spazio sicuro” a misura di bambino allestito all’hotel Relax. Qui sono stati accolti bambini e adolescenti e dato sostegno alle famiglie di Grisciano, Accumoli, Amatrice, Arquata del Tronto colpite dal terremoto e ospitate nell’albergo.

Lo staff è stato rappresentato dal coordinatore dello Spazio Marco Faiola, dalla referente regionale per le Marche Anna Rosa Cianci e dalla volontaria Cassandra Speca. Gli stessi volontari hanno collaborato con i docenti dell’ISC Centro e ISC Nord per favorire l’inserimento nelle nuove scuole dei bambini colpiti dal terremoto attraverso attività di sostegno e formazione.

L’incontro è avvenuto alla vigilia dell’inizio di una nuova fase: il 30 dicembre infatti terminerà la fase dell’emergenza e si entrerà in quella della post-emergenza, i volontari lasceranno il campo alla rete di associazioni che si occupano dei minori per far sì che le famiglie possano interagire più direttamente con il territorio.

I volontari hanno ringraziato il Sindaco per la collaborazione offerta dall’Amministrazione comunale nell’aver messo a disposizione dei bambini e dei ragazzi la biblioteca, i vari musei della città e altri spazi e luoghi dove essi hanno potuto trascorrere momenti di svago e serenità.

 




Doni agli sfollati del sisma dai buddisti di Taiwan

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Doni ai terremotati dal gruppo buddista Tzu Chi, proveniente da Taiwan. I volontari hanno incontrato questa mattina (sabato 17 dicembre) le famiglie colpite dal sisma nell’aula consiliare del municipio di viale De Gasperi. A fare gli onori di casa il sindaco Pasqualino Piunti


L’aula era traboccante di persone, alcune delle quali non sono riuscite ad entrare. per il grande assembramento. I terremotati avevano fatto conoscenza con i buddisti la scorsa estate al campo sfollati di Pescara del Tronto

Tzu Chi è una fondazione umanitaria nata nel 1966 che si è data come compito quello di divulgare la compassione nel campo della medicina, dell’istruzione e della solidarietà.




L’assessore Bravi e il poeta Piersanti a San Benedetto con i terremotati

SAN BENEDETTO DEL TRONTO –  L’assessore regionale Loretta Bravi e il poeta e scrittore urbinate Umberto Piersanti hanno incontrato a San Benedetto del Tronto i ragazzi di “Chiedi alla
Polvere”, l’associazione nata dopo il terremoto che ha distrutto
Arquata del Tronto. I ragazzi lavorano a un progetto che attraverso scritti, poesie e immagini confluirà in un libro per riportare alla memoria il loro paese devastato.

“Incontrarvi per me ha più significati: nasce dall’esigenza
di farvi compagnia e di condividere con voi un difficile presente. Un secondo motivo è quello di aiutarvi in questo percorso di risveglio di una memoria, di riportare alla luce le emozioni e la bellezza del vostro paese distrutto dal sisma. In questo è necessario che siate accompagnati da chi può aiutarvi a incanalare un bagaglio di ricchezza che non è perduto” ha detto Bravi.

L’assessore ha citato fra l’altro un bando di formazione professionale che si sta mettendo a punto per la nuova attività produttiva che Diego Della Valle impianterà ad Arquata. “Il titolo ‘Chiedi alla Polvere’ è bellissimo – ha sottolineato Piersanti -. Io, come voi, sono un autore legato alla propria terra, a una patria poetica e occorre che tutti quanti noi apriamo gli occhi al nostro spazio per caricare il territorio di una intensita” tale che lo faccia diventare un luogo universale, una patria universale”.

Piersanti ha offerto ai ragazzi uno spazio nella rivista di letteratura e poesia contemporanea Pelagos.




La Tirreno-Adriatico nelle zone del sisma con solidarietà

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Viene annunciata come  una Tirreno-Adriatico nel segno della solidarietà e dell’impegno civile e sociale, quella che partirà mercoledì 8 marzo da Lido di Camaiore, per concludersi martedì 14 a San Benedetto del Tronto. L’edizione numero 52 della ‘Corsa dei due Mari’ (organizzata da Gazzetta dello Sport/RCS) scatterà, come da tradizione recente, dalla cittadina in provincia di Lucca.

Dopo la seconda tappa con arrivo a Pomarance (228 chilometri) e il successivo trasferimento a Montalto di Castro (terza tappa di 204 chilometri), sabato 11 sarà la giornata clou con l’arrivo in salita sul Terminillo (Campoforogna, una tappa di 171 chilometri), una tappa passata alla storia nel 2015 con l’arrivo sotto una bufera di neve.

Il giorno successivo sarà la volta della Rieti-Fermo (209 chilometri) con il gruppo che transiterà nelle zone terremotate di Amatrice, Accumoli e Pescara del Tronto. Si attendono news da Gazzetta dello Sport/RCS per conoscere quali inizitive metterà in campo per i terremotati, visto che in un comunicato Ansa si parla di “una Tirreno-Adriatico nel segno della solidarietà e dell’impegno civile”.




“Un cuore per ricostruire”: una fabbrica di zafferano all’AgroAlimentare


“Un Cuore per Ricostruire” è il nome del progetto avviato al Centro AgroAlimentare Piceno. Acquistando un cuore natalizio, confezionato con i prodotti del territorio, tra cui lo zafferano nostrano, parte del ricavato verrà devoluto all’associazione Capodacqua Viva, per la ricostruzione delle zone colpite dal sisma. Per realizzare le confezioni vengono utilizzati lo zafferano Piceno in fili e quello di Arquata del Tronto

Nella foto di copertina si possono notare i promotori dell’iniziativa. Da sinistra: Ugo Benfratelli, Roberto Tomasone e Fabio Cortellesi. Cortellesi (anche in questa foto), romano di nascita, viveva a Capodacqua prima del terremoto

I prodotti sono forniti dall’azienda Zafferano Piceno, che si è posta la mission di riportare alla luce le tradizioni dimenticate, dedicandosi al Crocus sativus (zafferano)

Per commercializzare i prodotti è stata avviata anche la vendita online. Tre le confezioni disponibili: Un cuore solidare 25 euro, Un cuore solidale premium 45 euro, Un cuore solidale gold 100 euro

Le maestranze impegnate nella lavorazione dei prodotti da vendere