Marco Curzi forma il gruppo del Psi, giovedì in Consiglio

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Nasce il gruppo consiliare del Psi. Sarà Marco Curzi, eletto nella civica Rinnovamento e Progresso, a costituire il gruppo nel Consiglio comunale, convocato dal presidente Giovanni Chiarini alle ore 14 di giovedì 8 giugno.

Curzi ha comunicato la sua volontà al segretario generale del Comune. Giovedì, dunque, avverrà la presa d’atto della costituzione del gruppo Psi. Il regolamento del Consiglio vieta la creazione dei gruppi che non siano formati da almeno due elementi. Curzi, però, potrà entrare nel consesso come unico consigliere in quanto il Psi ha parlamentari eletti.

Sparisce dunque Rinnovamento e Progresso, lista dell’ex candidato sindaco Paolo Perazzoli.

Il Consiglio comunale giovedì 8 sarà chiamato a votare la surroga del dimissionario Perazzoli con il primo dei non eletti della lista del Partito Democratico, ovvero Pasqualino Marzonetti.

Verrà anche discussa un’interrogazione di Capriotti (PD) che chiede lumi in merito allo stato di attuazione dei progetti per la piscina comunale, il Ballarin, il lungomare nord e le piste ciclabili.

 




Scuolabus, domande entro il 15 luglio

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Sono aperte le iscrizioni per il servizio di trasporto scolastico per gli alunni residenti a San Benedetto del Tronto che frequentano le scuole pubbliche cittadine dell’infanzia, primarie e secondarie di 1° grado.

Gli studenti residenti in altri Comuni potranno essere ammessi a fruire del servizio solo se con residenza in prossimità del territorio stesso ed unicamente in caso di disponibilità di posti, fatta salva la precedenza per gli studenti residenti.

La domanda di ammissione al servizio dovrà essere compilata utilizzando l’apposito modulo e dovrà pervenire alla ditta affidataria del servizio “Trasporti Fratarcangeli Cocco” in Via Val Tiberina, 142 – 63074 San Benedetto del Tronto – tel. 334/2907901 entro sabato 15 luglio 2017.

Alla domanda dovranno essere allegate l’attestazione di pagamento relativa alla quota di contribuzione annua, qualora dovuta, e una fototessera dello studente, necessaria alla ditta per predisporre il tesserino di trasporto scolastico che verrà successivamente rilasciato al costo di € 5,00.

Gli utenti che hanno un reddito familiare, così come stabilito dall’attestazione I.S.E.E. 2017, fino a € 7.000, non pagano alcun contributo. Gli utenti che hanno un reddito ISEE compreso tra € 7.000 e € 13.000, pagano una quota di contribuzione annua di € 90,00. Gli utenti che hanno un reddito familiare I.S.E.E. superiore a € 13.000, pagano una quota di contribuzione annua di € 140.

E’ prevista una riduzione del 50% della quota per il 2° figlio che usufruisce del trasporto scolastico ed è stabilita l’esenzione totale per il 3° figlio e successivi.

Bando e modulo di domanda sono pubblicati sul sito  www.comunesbt.it (sezione “Altri bandi e avvisi”) e disponibili presso gli uffici Trasporti Scolastici e Relazioni con il Pubblico del Comune o ancora presso la sede della ditta che ha in appalto il servizio.




Grottazzolina-Samb Volley: match finale, chi vince sale in D

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Happy Car Samb Volley-Videx Grottazzolina C. Le due più forti squadre della Prima Divisione provinciale si affronteranno domenica 14 maggio nella finale che vale la serie D. Un traguardo meritato per i ragazzi di Citeroni, splendidi fino ad ora.

Domenica al palas di Grottazzolina, forti della vittoria in gara 1 i sambenedettesi si sono presentati determinati e agguerriti di fronte ai giovani grottesi.

Già dai primi scambi si nota che l’Happy Car ha poca voglia di scherzare partendo a spron battuto. I padroni di casa faticano a tenere il ritmo imposto dai sambenedettesi, lasciando sul campo il primo parziale. Al cambio di campo la musica non cambia con i rossoblu a menare le danze, ma quando la strada sembrava essere in discesa arriva la grande reazione dei ragazzi di Rogani; forzando in battuta e difendendo palloni impossibili si rifanno sotto nel punteggio.

La RSV accusa il momento ma i ragazzi di Citeroni si guardano negli occhi e con tanta determinazione e voglia di arrivare in finale, riprendono a macinare gioco e vincono anche questo set. Nel terzo parziale, tranne in avvio, l’Happy Car controlla il gioco contro una Videx mai doma, segno che la squadra è maturata nel corso di questo campionato gestendo al meglio le varie situazioni dei set e delle partite.

E’ finale e il bello arriva adesso e di nuovo a Grottazzolina, alle ore 21 di domenica 14 maggio.




Vinitaly, prestigioso riconoscimento per l’azienda “Poderi Capecci”

RIPATRANSONE – L’azienda vinicola Poderi Capecci San Savino di Ripatransone è stata premiata con il Cangrande, prestigioso riconoscimento che viene assegnato ai “benemeriti della vitivinicoltura italiana”. Il premio è stato consegnato a Verona nel corso della prima giornata del Vinitaly, ed è stato ritirato da Simone Capecci, accompagnato sul palco dalla vice presidente della Regione, Anna Casini.

I “benemeriti” vengono segnalati dagli assessorati regionali all’Agricoltura tra coloro che, con la propria attività professionale, contribuiscano al progresso qualitativo della produzione enologica nazionale. “È stata premiata un’azienda che ha fatto della qualità e dell’innovazioni i punti di forza della propria attività enologica – ha commentato Casini -. Un’impresa storica del territorio, cresciuta grazie al lavoro appassionato e competente di generazioni di agricoltori, che hanno contribuito all’affermazione di un vino autoctono del Piceno, come il Pecorino, in un’eccellenza marchigiana”.




Fedeli: “Prestazione incolore, i fischi a Di Massimo non sono tifo”

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Troppa delusione per il brutto pareggio interno contro il Lumezzane, che fa seguito alla sconfitta di Teramo. In casa Samb torna il silenzio stampa, visto che solo il presidente Fedeli ha rilasciato dichiarazioni nel dopo match. Le sue parole non nascondono l’amarezza per la prestazione rossoblù:

“Mi rendo conto che non ci siamo. Abbiamo fatto una prova incolore e si continua a parlare di sesto posto. a mio avviso qui tutto diventa tremendamente molto difficile. Io non vorrei contestare nessuno, ma l’evidenza è l’evidenza e quando uno gioca male bisogna dirlo. Il problema è che non c’è stata mai grinta quest’anno. Ad inizio campionato eravamo una sorpresa e  le squadre avversarie ci facevano giocare con maggiore facilità, poi siamo calati vistosamente.

Di Massimo? E’ ingiusto che sia fischiato così, questo non è tifo. Lunedì (contro l’Albinoleffe ndr) avremo Bacinovic squalificato, con Mancuso e Mori che saranno da valutare dopo gli infortuni di oggi. Ci aspetta una partita difficile, ma ho la sensazione che ne usciremo bene. Latorre? Devo dire che non mi è dispiaciuto, si è impegnato e ha fatto alcune giocate positive”.




Roller Green, comincia la nuova stagione agonistica

MONTEPRANDONE – La Roller Green, punto di riferimento per il pattinaggio corsa nella vallata del Tronto con scuole di pattinaggio a Monteprandone, Monsampolo, Spinetoli, si avvia ad iniziare la nuova stagione agonistica.

Domenica 19 infatti, prenderanno il via i campionati provinciali ed a seguire i campionati regionali che varranno la qualificazione ai campionati italiani. Non poteva mancare la tradizionale benedizione degli atleti, che dalla nascita della società rappresenta un momento importante per tutti i ragazzi, dirigenti, genitori. È stato Don Alfonso, parroco della comunità del S.Cuore di Centobuchi e padre spirituale della società a celebrare la S.Messa e benedire gli agonisti augurando loro una stagione ricca di soddisfazioni nello spirito della sana competizione, del rispetto delle regole, di sé stessi e degli avversari.

“Più del risultato – ha detto Don Alfonso- conta il modo in cui lo si raggiunge. Scegliere le strade più brevi non dà le stesse soddisfazioni di ciò che si raggiunge attraverso il sacrificio. Non è importante ciò che facciamo, ma come lo facciamo.chi non conosce lo sport, quello praticato, è forse portato a considerare quest’attività solo un passatempo, poco utile al proprio avvenire. Lo sport, non è solo un semplice passatempo, un’attività ristoratrice, ma anche un mezzo di crescita. Lo sport sano, quello non malato di competizione e protagonismo è l’attività educativa per eccellenza, che permette di raggiungere la maturità con leggerezza e piacere. Vivete lo sport non come un obbligo, un impegno in più di quelli imposti dalla società, un’attività non più spensierata e finalizzata esclusivamente alla competizione e alla prestazione, ma come un grande strumento educativo. Forse non sarete vincitori ma sicuramente sarete dei vincenti”.

Presenti il presidente Giovanni Anselmi, gli allenatori Claudio Naselli e Benedetto Ricci e tutti gli atleti : Gloria e Samuele Angelini, Andrea e Gaia Di Paola, Gulmara Luciani, Giosuè Neve, Michele Panichi, Alessandro Tritto, Flavia Balena, Riccardo Iacoponi, Giorgia Campitelli, Beatrice Fausti, Anais Pedroni, Chiara Giacoboni, Ludovica Calvaresi, Agnese Cameli, Giorgia Placidi, Giuseppe Volpicella.

 




Fermate Freccia Bianca, Celani (FI) replica a Urbinati (Pd)

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il consigliere regionale di Forza Italia, Piero Celani, replica a Fabio Urbinati in merito all’invervento sul problema dei treni Freccia Bianca.

“Urbinati sostiene che San Benedetto non è affatto abbandonata da Trenitalia, tant’è che nella Riviera delle Palme, fermano addirittura 17 treni al giorno a lunga percorrenza, dimenticando però che non sono quelli che fanno bene al turismo – ha affermato Celani – Per una buona accoglienza turistica, ricordo che occorrono treni veloci, confortevoli e ben distribuiti nell’arco della giornata: vuol dire che Urbinati ritiene orari turistici quelli che attualmente fermano a San Benedetto alle 6.30 e 8.40 in direzione Nord, e 20.21 e 22.21 in direzione Sud”.

“Hai visto mai arrivare i turisti in albergo dalle 22.00 alla mezzanotte? Ancora: non conosco i motivi alla base delle scelte di Trenitalia; mi sfuggono, ma un indizio me lo offre ancora il consigliere Urbinati il quale, intervenendo sulla mozione che ho presentato in Consiglio regionale, afferma che solo il 5% dei turisti utilizza il treno per giungere a San Benedetto. Una affermazione quanto meno curiosa. Siccome pochi, pochissimi, utilizzano il treno per andare in vacanza a San Benedetto non ha senso aumentare le corse”.

“Ma la domanda, si direbbe, sorge spontanea – dice Celani – Trenitalia e il consigliere Urbinati hanno mai fatta la controprova? Aumentando le corse aumenterebbero i viaggiatori? Credo proprio di sì. E c’è poi una valutazione più politica. La stazione di S. Benedetto del Tronto è carente, ormai da anni, di adeguate fermate del treno veloce “Freccia Bianca”. Una carenza che produce un notevole danno all’economia turistica dell’intera Riviera delle Palme, e di quella dell’entroterra e che, sommata ad altre carenze di servizi, rende meno attrattivo il Piceno nel suo complesso e dal punto di vista turistico e anche nei riguardi di possibili nuovi insediamenti produttivi”.


“E allora invece di giustificare le scelte di Trenitalia – conclude Celani – credo che la classe politica tutta dovrebbe operare il massimo sforzo per assicurare alla stazione di San Benedetto quel potenziamento più volte richiesto in termini di fermate dell’alta velocità e che darebbe ulteriore impulso alla nostra industria delle vacanze”.




Le parole di Sanderra: “Sorrentino possibile sorpresa, Bacinovic subito”

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Giornata di conferenza stampa in casa Samb, con Stefano Sanderra che ha parlato alla vigilia della difficile sfida con il Parma. Queste le sue parole:

“La sconfitta contro il Forlì ha lasciato tanta amarezza, ma i ragazzi sono stati bravi ad assorbire la botta e mettere subito nel mirino la partita con il Parma. Dal punto di vista motivazionale, non c’è migliore occasione di giocare in un palcoscenico importante come il Tardini per tentare il riscatto. Loro sono forti e hanno giocatori capaci di punirti alla prima distrazione, bisognerà evitare di farli giocare dentro l’area di rigore e riuscire a pressarli alti”.

Poi qualche accenno sulla formazione di domani. “Sarà importante cercare di tenere di più la palla, per questo motivo Bacinovic giocherà subito: con lui in campo dall’inizio potrebbe migliorare la fluidità del gioco e la squadra dovrebbe fare meno fatica nella fase di uscita dal pressing avversario. Lulli esterno sinistro di centrocampo? E’ una soluzione possibile, mi aspetto un match duro e ho intenzione di mettere in campo una squadra fisica. Sorrentino? Può essere lui la novità in attacco”.




Verifiche acqua potabile, Ciip segnala truffa falsi tecnici

FERMO – La Ciip Spa, sulla base di segnalazioni pervenute, invita i propri clienti a voler diffidare di persone che si presentano, in qualità di tecnici della Ciip Spa, proponendo di effettuare analisi sull’acqua di rubinetto per verificarne la potabilità.

Si tratta di una truffa, in quanto Ciip Spa esegue i propri controlli regolarmente tramite laboratori specializzati.

Tale truffa è stata riscontrata, nello specifico, nella zona di Fermo, ma è importante che tale segnalazione arrivi ai cittadini dell’intero territorio gestito dalla Ciip Spa dove queste persone potrebbero agire.




Caso Ciip, l’addio di Bagalini all’Udc: “Manca condivisione progetto comune”

Riportiamo di seguito in forma integrale la nota pervenuta in redazione, sottoscritta dall’ex coordinatore politico Fabio Bagalini

Gentilissimi
Fabrizio Capriotti, coordinatore lista Udc-popolari, Domenico Pellei, consigliere comunale p.c. candidati e simpatizzanti della lista Udc-Popolari,

Alla luce della Vs. chiara e netta presa di posizione pubblica, in nome e per conto della lista Udc-Popolari di SBT, in merito alla “questione Ciip SpA”, che non fa altro che confermare una linea di indirizzo ed una volontà già ampiamente manifestata nei mesi scorsi, anche per altre situazioni amm.ve, non posso fare altro che prenderne atto e coerentemente comunicarVi che il mio percorso politico con questo Gruppo politico è terminato.

Non essendoci più la condivisione del progetto politico comune, presentato e concordato, nell’agosto 2016, con la mia accettazione della carica temporanea di coordinatore, non sussistono altri validi motivi politici a che permanga in questo partito Udc-Popolari, che non mi appartiene ed al quale non sono mai stato iscritto.

Le motivazioni che mi hanno indotto a tale, difficile, amara e dolorosa decisione, sono da tempo molto ben note, ma credo che serva per ciascuno di Noi oggi richiamarle:

a) Non essendo mai stato mai iscritto al partito Udc-Popolari, la mia azione politica era orientata al superamento della forma partito, per favorire una piu’ vasta area di centro moderato, laico e cattolico aperto al confronto senza alcun pregiudizio verso nessuna parte politica. Nel momento in cui viene meno tale obbiettivo e tale progetto, viene meno anche la mia presenza e funzione in tale Gruppo.

Tra l’altro per forma mentis e concezione del come essere in politica sono sicuramente molto piu’ vicino all’area laica e riformista della Fondazione API , di cui sono stato anche fondatore e come tale ho una intrasigenza ed un culto profondo dell’opposizione, sempre non conformista, che è spesso bastian contrario, che vive in qualche modo in antitesi ai maggiori partiti.

b) La volonta’ di essere equidistanti sia dal centro sinistra che dal centro destra, con una assoluta autonomia e liberta’ nell’azione politica e la volonta’ di acquisire sul campo una forte visibilita’, su tematiche coraggiose, serie ed oggettive, con l’obbiettivo di testimoniare quella discontinuita’ , nei metodi nei programmi e criteri per una nuova metodologia di amm.re , che era stata annunciata piu’ volte, anche da Voi, non e’ piu’ tra le priorita’ dell’UDC-Popolari. Il rinnovamento, la competenza, la legalita’, la trasparenza, la coerenza erano e dovevano essere i criteri guida dell’azione politica di tutti Noi, oggi si sono persi nei meandri del ” politicamente corretto”.

c) Non ho mai riscontrato da parte del consigliere Domenico Pellei una collaborazione attiva ed il necessario rilancio, nelle sedi proprie del Consiglio Comunale, con gli strumenti propri del consigliere comunale, di tutte le iniziative e prese di posizioni di questi mesi, manifestando una assoluta non condivisione politica nel merito delle questioni. Il silenzio assordante in Consiglio Comunale sulle tematiche di maggior rilievo, se non per qualche questione di cui e’ meglio soprassedere, e’ stato non solo assoluto ma anche mortificante, per chi ha voglia di fare politica attiva.

Anzi e’ fin troppo evidente una chiara volonta’ personale e politica di tenersi ben lontano da alcune questioni amm.ve e di fatto non voler in concreto attuare il programma concordato e soprattutto di non favorire, con l’esempio proprio, un diverso modo “ di essere e fare politica “, attuando e non solo annunciando , quella diversita’ e discontinuita’ rispetto alle recenti esperienze amm.ve.

L’imbarazzo, a cui il Gruppo ed il sottoscritto, anche di recente, e’ stato sottoposto, per la presenza di una serie di conflitti di interessi, e non solo per quanto riguarda la questione CIIP SpA, che seppur essendo del tutto legittimi, hanno di fatto limitato e condizionato l’agire politico del Gruppo e del Coordinatore politico.

Tra l’altro il consigliere Pellei non ha avuto neanche quella sensibilita’ politica , tipica di chi non ha consapevolezza e non conosce i criteri e le regole di rapportarsi e relazionarsi in un partito, che lo avrebbe dovuto indurre ad una maggiore cautela e/o forme di astenzione prudenziale su talune questione in cui poteva essere, anche indirettamente, coinvolto.

d) La manifesta e riscontrata incapacità politica di Domenico Pellei di poter e/o voler aggregare ed attorno a sé altre forze e/o movimenti , a partire dall’esperienza del terzo polo nel 2011, allargando cosi’ la possibilita’ di una azione politica efficace. Anzi costantemente si sono verificati allontanamenti, abbandoni e perdite di forze e quindi di fatto un isolamento politico oramai piu’ che evidente.

Per cui, senza alcun astio personale e/o politico, ma con tutta l’amarezza per un lavoro, credo discreto, svolto con un dispendio di tempo ed energie,senza interessi, reso del tutto vano, ed in presenza di un manifesta ed eclatante incoerenza politica, prendo definitive e pubbliche distanze dall’UDC-Popolari di Sbt.

Fabio Bagalini