Cerca

I ragazzi vivono in casa, nelle Marche il 12% di “mammoni”

I ragazzi vivono in casa, nelle Marche il 12% di “mammoni”

In Italia è noto che i ragazzi escono di casa molto tardi, specialmente in rapporto con i loro coetanei europei. Nel 2015 risulta che in Italia 6milioni e 800mila giovani dai 18 ai 34 anni di entrambi i sessi, vivano ancora in famiglia. Guardiamo la situazione nelle Marche: sono 183.000 i giovani dai 18 ai 34 anni che non vogliono, ma specialmente non possono rendersi autonomi dalla propria famiglia. Si tratta del 12% del totale dell’intera popolazione della regione, una cifra ragguardevole.

Di questi 69 mila hanno un lavoro, ma non le condizioni per lasciare il nido familiare. Se è difficile per questi possiamo immaginare le difficoltà dei 40.000 disoccupati e dei 71.000 che vanno ancora a scuola o all’università. Vanno considerate in questo calcolo, anche 2.000 casalinghe che vivono con uno o entrambi i genitori. Al di là dei famosi termini come “bamboccioni” o del più tradizionale “mammoni”,  di certo le condizioni socio-economiche non permettono facilmente una normale indipendenza o una vita per proprio conto come in altri paesi europei.

Commenti