Cerca

“Il quartiere San Filippo Neri, fantasma della città”, la protesta di Bigossi (Pd)

“Il quartiere San Filippo Neri, fantasma della città”, la protesta di Bigossi (Pd)
Dopo un anno di amministrazione di centrodestra abbiamo constatato che nessuna posizione è stata presa per il quartiere San Filippo Neri completamente abbandonato a se stesso e isolato dal resto della città”

di Daniela Bigossi – segretario circolo nord del Pd

SAN BENEDETTO DEL TRONTO“Siamo enormemente preoccupati per quanto riguarda il parcheggio di via Calatafimi più conosciuto come “area ex Start” di proprietà Gabrielli.

Crediamo che certi comportamenti irresponsabili di questa amministrazione non tengano conto di importanti conquiste che i cittadini con tanti sacrifici hanno ottenuto negli anni passati. Quell’area ha una storia molto lunga e travagliata, quell’area rappresenta uno spazio verde sottratto al quartiere San Filippo Neri.

La’ dove ora insiste il parcheggio del supermercato Tigre di via Marsala, da piano regolatore doveva essere realizzata un’area verde a disposizione del quartiere. Negli anni tante cose sono accadute, ma nella passata amministrazione riuscimmo intanto a liberare quello spazio dai pullman della Start S.p.A. e ridarlo al quartiere,  sotto forma di parcheggio, vista la carenza cronica nella zona nord di parcheggi.

Oggi per assurdo si vuole cancellare il lavoro svolto, togliere di nuovo un’area pubblica al quartiere e ridestinarla alla Start per il parcheggio dei pullman. Inoltre, a preoccuparci, e’ anche la gestione, della nuova viabilita’ cittadina, che questa amministrazione, rischia di isolare dal resto della città e penalizzare il quartiere San Filippo Neri, in quanto a parità di flusso veicolare si dimezzano le arterie viarie per entrare e uscire dal quartiere: una in uscita ed una in entrata rischiano di essere insufficienti per un quartiere di 10000 abitanti. Ci chiediamo dov’è il percorso partecipativo di questa amministrazione?

La partecipazione non va predicata, ma va praticata. Non si puo’ improvvisare. Chiediamo, cosi’, con forza, un’assemblea pubblica, per capire quali sono le intenzioni del sindaco Piunti per questo quartiere, che a detta dei cittadini, sembra più che mai abbandonato al suo destino”.

Commenti