Cerca

Vaccinazioni, nelle Marche sotto al 93% la copertura

Vaccinazioni, nelle Marche sotto al 93% la copertura

La questione vaccini continua  ad animare il dibattito politico e non solo. L’Organizzazione mondiale della Sanità fissa al 95% la soglia di sicurezza minima per la copertura dei vaccini: un limite che l’Italia nel suo complesso non raggiunge per nessuno dei vaccini monitorati dall’Istituto superiore di Sanità.

Al di sotto di quel 95% gli agenti patogeni continuano a circolare, mettendo a repentaglio la salute di tutti.

Vediamo come vanno le cose nella regione Marche secondo i dati del Ministero della Salute pubblicati qualche giorno fa sul giornale La Repubblica.

La copertura vaccinale sul tetano è di 92,13%. Quella sul polio è di 92,2%. Passiamo alla difterite: qui la copertura è del 91,75%. La pertosse è al 91,74%, mentre l’epatite B è al 91,65%. Il morbillo è al 79,90%. La parotite e rosolia coprono il 79,87%. Infine il Meningococco C al 76,86% e il Pneumococco l’88,04%.

In tutti i casi, la copertura media a livello regionale è inferiore dell’1/2% rispetto a quella nazionale. In Italia, al momento, l’obbligo vaccinale riguarda solo 4 patologie: poliomielite, difterite, tetano ed epatite B. Esistono poi una serie di vaccini raccomandati: pertosse, morbillo, parotite, rosolia, varicella,  infezioni da Haemophilus Influenza b (Hib), meningococco C, pneumococco, influenza e papillomavirus.

I vaccini obbligatori sono gratis e secondo il Piano Nazionale Vaccinazioni 2017 lo saranno anche le vaccinazioni raccomandate.

 

Commenti