Cerca

“Why Not celebration”, le immagini della discoteca cult anni ’80 in anteprima al Viniles

“Why Not celebration”, le immagini della discoteca cult anni ’80 in anteprima al Viniles

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Why Not, ricordi degli anni Ottanta marchiati a fuoco nella storia. Le immagini d’epoca, unite a quelle delle serate revival del 26 e 27 luglio 2016, sono state immortalate nel docufilm  “Why Not celebration”. Il video verrà proiettato mercoledì 31 maggio alle ore 22,30 al Viniles di San Benedetto.

Il docufilm nasce da un’idea di Stefano Cavezzi che, dopo il premio speciale ricevuto in occasione dell’ultima edizione del Premio Libero Bizzarri con il suo cortometraggio “Un mondo possibile”, ha inteso celebrare il mito della discoteca Why Not, luogo di culto della movida degli anni Ottanta e che è stato teatro dei suoi primi timidi passi come organizzatore di eventi.

L’iniziativa è stata supportata da Gianni Schiuma, cofondatore del Why Not e da Erminio Giudici dell’Antico Caffè Soriano, artefici della rinascita della mitica discoteca che la scorsa estate è tornata alla vita per due magiche notti, grazie alla caparbietà di Gianni ed Erminio.

Attraverso l’emozionante racconto di Schiuma e la sapiente regia del civitanovese Mauro Martinelli, il docufilm narra gli avvenimenti di un contenitore multiforme, una piattaforma pulsante di creatività che ha segnato irrimediabilmente la generazione dgli anni Ottanta.

“Why Not celebration” è un docufilm le cui immagini vivono tra la nostalgia e la rinascita, accompagnate dalle note della colonna sonora realizzata da Mishikiari Cikikatomo con la splendida voce di Sara Tesei, autori  dei riarrangiamenti di due brani cult del Why Not quali “Just can’t get enough” dei Depeche Mode e “Close to me” dei Cure.  Quello che viene fuori è la storia di un luogo immortale, nel labile confine tra passato e presente.

La presentazione del docufilm avverrà dunque mercoledì 31 maggio presso il Viniles alle ore 22,30, con apericena alle 20,30. Serata evento alla quale si prevede una nutrita partecipazione, soprattutto da parte dei dei whynottiani irriducibili.

 

 

Commenti